#Pordenonelegge e il "Progetto studenti"…


Fonte: SixtySeven

Mai uscito un post di martedì, siete basiti vero? L’occasione è data solo da una comunicazione che mi è arrivata e che giro per diffondere la notizia ma scanso equivoci, vi invito poi a leggere le indicazioni del sito per capire bene come agire.

PordenoneLegge è una realtà da qualche anno, io l’ho scoperta circa tre anni fa perché avevo appena letto un libro che riceveva parecchi commenti positivi dagli studenti coinvolti nel progetto e curiosando in giro sono capitata per caso nel sito della manifestazione che ha anche un canale tubiano in cui riversa alcune “conversazioni” molto interessanti di studiosi e autori. A memoria c’è un intervento di Claudio Magris riportato in uno dei post domencali di questo blog.

Per garantire una maggiore partecipazione da un paio di anni, tramite delle sponsorizzazioni di Goodnet e VeneziePost, sono state istituite delle “Borse soggiorno” per invitare studenti, anche non provenienti da Pordenone stessa, che abbiano voglia di partecipare agli eventi che vedranno alternarsi nelle varie sessioni autori e studiosi italiani e stranieri.

Dalla borsa soggiorno sono esclusi i viaggi da e per Pordenone ed è richiesta una quota di iscrizione di 160€ che, nel caso di rinuncia verrà rimborsata solo in parte.
Il festival si tiene da Venerdì 18 Settembre a Domenica 20. E i partecipanti assegnatari delle sovvenzioni avranno garantito nel pacchetto:

  • alloggio in strutture convenzionate in città per i giorni della manifestazione;
  • pranzi e cene in strutture che verranno indicate dall’organizzazione;
  • accredito per la partecipazione agli eventi;
  • pagamento della tassa di soggiorno;
  • transfer dalle strutture alberghiere ai luoghi del Festival;
  • organizzazione di momenti conviviali;
  • offerta in omaggio di pubblicazioni scientifiche sui temi del Festival.

Le possibilità di candidatura si chiuderanno il 30 Luglio e quindi previa lettura delle condizioni, che vi consiglio caldamente di leggere, potrete trovare qui il modello da compilare e le istruzioni per candidarvi.

Ho fatto un lavoro in più e ho chiesto informazioni sulla quota di iscrizione e mi è stato risposto che la quota va a sommarsi all’importo totale della borsa di soggiorno. 
Il link del sito è questo: Progetto studenti- PordenoneLegge

Buone letture,
Simona Scravaglieri



Advertisements

#NonSonoSòle il ritorno…


Fonte Pagina fan #NonSonoSòle




Pensavate che ce ne fossimo dimenticati eh? E invece no! Torna Invece con la seconda edizione la giornata delle sòle e dei lettori in cui, questi ultimi, potranno dire quello che non è piaciuto loro delle proprie letture! Se non avete seguito la prima edizione e la mini edizione fatta per “Letti di notte”, vi spiego come è nata e come funziona.

“Non sono sòle” nasce un pomeriggio uggioso e noioso in cui su Twitter si discorreva con Francesca Schipa, Marina Vitale (entrambe di Diletti&Riletti) e Pino Sabatelli (I fiori del peggio) su che fine far fare ai libri che non ci sono piaciuti. Uno potrebbe dire “Semplice! Li abbandoni e li dai via!”. Ecco, chi è lettore da tanti anni lo sa, per uno che legge è sempre molto difficile abbandonare qualsiasi libro! Per cui ci siamo inventati questa giornata dove ai lettori e ai blogger verrà richiesto di venire in libreria, nello specifico anche quest’anno siamo ospiti della “Libreria Pallotta” a Piazzale Ponte Milvio 21,  portare massimo tre libri che non sono piaciuti e lasciarli sulla ormai mitica sedia degli scambi. Durante il pomeriggio, si comincia dalle 16:00, chi vorrà potrà andare alla sedia delle sòle a sbirciare se, in cambio delle proprie sòle c’è qualcosa di interessante da scambiare con il proprio libro!

Durante la giornata potrete dire la vostra, spiegando perché quel particolare libro non vi è piaciuto e contestualmente anche case editrici e scrittori vi racconteranno ironicamente perché non comprarli. E’ una giornata tutta al contrario, dove i lettori hanno la parola e possono e devono poter dire la propria in totale libertà. In più, una cosa che non avevamo programmato lo scorso anno, ma che è molto piaciuta sia ai lettori che ai blogger:  una tavola rotonda, quasi ellittica, perché è aperta veramente a tutti, su un libro che si legge insieme prima della giornata in cui si tiene “Non Sono Sòle”, ovvero il 6 Giugno – ma sono brava ad inserire tutte le info fra le frasi o no? -, in cui si parla del libro che si è letto. Lo scorso anno è venuto fuori per caso ed era “Stoner” (qui recensito due volte: lettura e rilettura), in questo incontro discuteremo di quello scelto con una votazione ed è “Cassandra al matrimonio” di Dorothy Baker. Non è necessario averlo letto per essere ammessi alla discussione ma, se volete provare l’esperienza, vi assicuro che non ve ne pentirete, oltretutto è anche un bel libro! Se poi non siete d’accordo ne possiamo sempre discuterne come è successo lo scorso anno con Stoner. 

Per farvi un’idea di come sia andata lo scorso anno ecco il resoconto fatto dell’edizione dello scorso anno ” #NonSonoSòle o sì? Cronaca di una giornata diversamente culturale… 
Tra i partecipanti di quest’anno annoveriamo Fazi Editore che si presenterà con Isabella Pedicini autrice di “Ricette Umorali. Il bis” (Fazi Editore, Prezzo 14,00€) e Giulio Perrone con il libro “L’esatto contrario” (Rizzoli Editore, Prezzo 18,50€) e, per l’occasione, “sconsiglierà”  anche il suo catalogo perché è anche un editore (Giulio Perrone Editore), Marco Parlato “Tiroide” (Gorilla sapiens, 11,00€) e Massimo Eternauta – che ha partecipato alla raccolta di racconti- “Intanto, da qualche parte nello spazio…” (Gorilla Sapiens, 13,00€) a rappresentanza della casa editrice Gorilla Sapiens, Con “Vita, Morte e miracoli” (Baldini&Castoldi, 10,90€) torna anche Roberto Mandracchia, Sandro Settimj con “Per quanto mi riguarda sono sempre innamorato” (Mondadori Editore, Prezzo 16,00€), Sandro Bonvissuto con “Dentro” (Einaudi Editore, Prezzo 17,50), Paolo Foschi con “Omicidio al Giro” ( E/O Edizioni, Prezzo 14,50) e altri di cui stiamo aspettando la conferma.
AGGIORNAMENTO: Agli autori citati si aggiungono: 
Massimo Torre con “Chi ha paura di pulcinella?” (E/O Edizioni, Prezzo 15,00€), Francesco Leto con “Il cielo resta quello” (Frassinelli edizioni, 15,00€) e, gradito ritorno, Francesco Balletta con “Morto a 3/4” (Bookme De Agostini, prezzo 12,90).
Ma mi preme comunicare a tutti i romani, che la dovrebbero conoscere – altrimenti nun so’ romani -, che sarà presente anche la mitica Gaja Cenciarelli autrice e traduttrice che, speriamo, voglia presentarci il suo bellissimo ultimo libro “Roma” (20090 Editoria e comunicazione, prezzo 9,00€).

Ma oltre agli scrittori e alle case editrici e ai librai (agguerritissimi sulle discussioni dei libri!), troverete anche tanti blogger e lettori conosciuti sulla rete e tra questi cito, ma non sono tutti e quindi il post verrà aggiornato, anche Irene di Librangolo Acuto, Sara Cappai di 40 Secondi, Maria di Cuonzo oltre a me, Francesca, Marina e Pino e tanti altri ancora (se venite lasciatemi i vostri blog che li aggiungo nel post).

Contestualmente è stato lanciato un concorso fotografico (nulla di trascendentale!) che è correlato alla lettura comune che stiamo facendo su “Cassandra al matrimonio” che vi linko perché altrimenti questo post diverrà lungo come la Treccani: “Sorelle, nevrosi e matrimonio – Il concorso fotografico di #NonSonoSòle“. So perfettamente che cosa state pensando… ma potreste vincere dei libri e non serve che le foto siano proprio del vostro matrimonio, siate creativi!!

Sappiamo che potreste essere lontani da Roma, ma, qualora voleste far sapere la vostra sulle sòle, potete inviare una mail con oggetto “Messaggio in bottiglia #nonsonosòle” oppure su Fb sulla pagina fan di Non sono sòle e noi lo leggeremo per voi, oppure se volete essere informati su quel che succede, e siete su Twitter, potete seguire @casalettori alla quale ogni blogger invierà stati di aggiornamento per tenervi informati e quelli dei blogger coinvolti! Per coloro che seguono Facebook le pagine fan, nel mio caso il profilo personale, replicheranno quanto detto su Twitter – siamo bravi eh? pure noi a volte ci stupiamo di ciò!-.

In ultimo e non meno importante NonSonoSòle sarà anche una raccolta di libri, non scolastici, ma libri di narrativa e anche saggi – quel che vi pare-. Lo scorso anno i libri lasciati sono andati a finire alla biblioteca del carcere di Rebibbia, grazie al sollecito interessamento di Sara Cappai, quest’anno finiranno al reparto di Day-Hospital di Ematologia dell’Addolorata. Chi frequenta da un po’ questo blog, sa perfettamente che io sono stata in cura presso il reparto di ematologia e tutt’ora sono seguita dai medici, ma io sono stata fortunata perché la mia malattia, seppur bastarda – eh quando ce vò ce vò!-, non mi costringe a fare chemioterapie. C’è chi invece le fa e grazie a gruppi di volontari potrebbe usufruire dei libri di una piccola libreria che però è veramente troppo piccola e davvero mal assortita. Pertanto se avete un libro che volete donare per una buona causa, questa mi sembra veramente ottima, andrò personalmente a consegnarli e a lasciare un segno del passaggio di NonSonoSòle. Un libro magari non toglierà loro il dolore, ma sicuramente li aiuterà a distrarsi un po’ nelle attese per le terapie ed è la prima volta che vedo nei reparti tanta gente leggere, quindi saranno sicuramente utilizzati!

Questa è la libreria che dobbiamo rimpinguare: 


Fonte: LettureSconclusionate




Quindi l’appuntamento è:

6 Giugno 2015
Libreria Bar Pallotta
Piazzale Ponte Milvio, 21
Roma
Dalle ore 16:00 ad oltranza
Libro che portiamo già letto per la discussione comune
“Cassandra al matrimonio” Dorothy Baker
Portatevi le sòle, ne rideremo insieme!


Buone letture,
Simona Scravaglieri

p.s. Se mi sono dimenticata qualcuno, fatemelo sapere! E’ l’una del mattino e fatico pure a capire chi sono io! 


Alessandro Baricco spiega e legge "La cognizione del dolore" di C.E.Gadda.

Siamo nel 1998, stando ai titoli iniziali e Baricco si appresta a parlare di Carlo Emilio Gadda e della sua “La cognizione del dolore“. I grandi scrittori sono quelli che sanno dare i nomi alle cose. Ci sono autori che raccontano storie ma i grandi davano i nomi alle cose, per saperle riconoscere.
Comincia così Baricco in questo video a parlare di questo libro che è fra uno dei più rappresentativi dell’opera di Gadda ma del quale è più conosciuto “Quel pasticciaccio de via Merulana”.

Imparare a leggere fra le righe e le parole e distinguere le parole aggiunge nuove informazioni rispetto a quelle che rileviamo nelle nostro modo di fruire un libro. E’ un po’ come un esercizio e ci permette di accedere nel mondo dello scrittore che consciamente o no sceglie di mettere o omette una parola o un articolo.

Un bel pezzo da vedere e forse più facile da fruire Baricco si trasforma nel momento in cui parla di libri che gli sono piaciuti. E’ una magia che capita a molti, scrittori e lettori. Vale la pena di vederlo, anche se purtroppo è brevissimo, ed è per questo che ve lo segnalo.

Buona visione e buone letture,
Simona Scravaglieri
Il libro di cui si parla è:

La cognizione del dolore
Carlo Emilio Gadda
Garzanti Libri
Collana “Gli elefanti. Narrativa”
Prezzo 12,00€

Aspettando #nonsonosole del 21 Giugno per #lettidinotte….

Fonte: Dilettieriletti e LettureSconclusionate



Pensavate che fosse finita lì? E invece no! Anzi la giornata della sòla si moltiplica e si trasferisce anche con due appuntamenti per giugno. Il primo è ad Arezzo il 14 Giugno e di cui vi darò in seguito anche riferimenti e dettagli e, il secondo, di nuovo a Roma e nuovamente alla Libreria Pallotta (P.zzale Ponte Milvio, 21), nella serata di #lettidinotte il 21 Giugno.

Per questa nottata che comincerà all’incirca dalle 20 di sera e proseguirà fino alle 2 del mattino sono previste oltre alla consueta presentazione delle sole, al #librosospeso, agli autori ed editori che vi daranno i motivi per cui (non) leggerli anche la replica, su nuovi libri, del dibattito che è venuto fuori sul libro di Stoner. Nel caso vogliate arrivare preparati i libri scelti sono due:

Gli eroi imperfetti, Stefano Sgambati – Minimum Fax Editore, ed. 2014, Collana “Nichel”, Prezzo 15,00€
L’incolore Tazaki Tsukuru e i suoi anni di pellegrinaggio, Haruki Murakami – Einaudi Editore, ed. 2014, collana “I supercoralli, Prezzo 20,00€

Nel caso vi chiedeste come funziona il dibattito è molto semplice. Si parla del libro in totale libertà, non interessa se piaccia o no, ma come ho sempre sostenuto in questo spazio, il confronto ci fa crescere e ci rende quello che lo ha istigato prezioso, nel bene e nel male, proprio perchè, per controbattere, ne svisceriamo trama, personaggi e modo di scrivere. Potete anche solo leggerli per farvi un’idea di quello che poi si dirà in piazza, in fondo una delle caratteristiche di #nonsonosole è proprio quella di dare ampia libertà ai lettori di dire o no la propria e di bocciare quello che, secondo i loro parametri, non corrisponde a quello che sono disposti ad accettare come una buona esperienza di lettura.
A voi la scelta. Non è obbligatorio conoscerli.

Chiaramente tutta questa attività vi metterà sete e quindi è previsto un aperitivo di benvenuto e successivamente ci saranno partite di calcetto e calciobalilla per gli irriducibili dello sport da campo e da poltrona…

Fonte: Dilettieriletti LettureSconclusionate


Altra iniziativa riguarda chi scrive. Ed è un miniconcorso che vede gli scrittori impegnati a produrre un racconto che si ispiri a questa frase estrapolata dall’ultimo libro di Murakami:

Tutta quella gente veniva trasportata in maniera sistematica, come se nulla fosse, da tutti quei vagoni! Tutte quelle persone avevano un posto dove andare o dove fare ritorno.

Ci sono delle regole ovviamente e le riporto “incollandole” dal sito dell’altra organizzatrice di #nonsonosole, ovvero Diletti e Riletti , perchè sono immensamente pigra, lo ammetto!

Regolamento minimo (perché ci vuole un minimo di regolamento…)

  • I partecipanti dovranno attenersi al tema proposto, pur potendolo declinare nei modi più disparati.
  • Sono ammessi solo racconti in lingua italiana o in altra lingua purché accompagnati da traduzione in lingua italiana ciascun autore può partecipare con un massimo di tre racconti, ciascuno dei quali non dovrà eccedere una cartella di 2000 caratteri in Arial pt.12 (astenersi grafomani!)
  • Con la semplice partecipazione al concorso gli autori si assumono ogni responsabilità in merito alla paternità degli scritti inviati ed autorizzano gli organizzatori alla pubblica lettura degli stessi e ad una eventuale successiva pubblicazione sia cartacea sia digitale
  • Per partecipare al concorso, l’autore dovrà inviare entro e non oltre il 15 giugno p.v. la propria opera in formato Word ad entrambi i seguenti indirizzi di posta elettronica: cali.carmelo@gmail.com e dilettieriletti@yahoo.it
  • In un altro file Word dovranno essere indicati tutti i dati personali (nome, cognome, indirizzo, recapito telefonico, indirizzo e-mail), il titolo dell’elaborato, e la seguente dichiarazione: “Acconsento al trattamento dei dati personali qui riportati in conformità a quanto indicato dalla normativa sulla riservatezza dei dati personali (D. Lgs. 196/03) e solo relativamente allo scopo del concorso in oggetto. Dichiaro inoltre che l’opera è frutto del mio ingegno e ne detengo i diritti a ogni titolo“

Tra i racconti pervenuti entro tale data, ne saranno selezionati dieci, dei quali sarà data lettura durante la manifestazione Letti di notte, il 21 giugno, presso la Libri & Bar Pallotta, Piazzale Ponte Milvio 21, Roma

  • TRE RACCONTI tra i selezionati saranno premiati in base al gradimento di una giuria composta dagli organizzatori i premi : 1° classificato: un buono di 25 euro per acquisti nella libreria più una maglietta della manifestazione. 2° classificato: sconto del 20% su un acquisto singolo più una maglietta. 3° classificato: sconto del 15% su un acquisto singolo più una maglietta
  • I dieci autori selezionati saranno avvisati entro il 17 giugno affinché possano partecipare alla serata e alla premiazione
  • Gli autori, per il fatto stesso di inviare le proprie opere, dichiarano di accettare l’informativa sulla Privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196 del 30 giugno 2003.
  • Gli autori, per il fatto stesso di partecipare al presente concorso, accettano integralmente il contenuto del presente bando. Per qualsiasi informazione in merito al presente bando di concorso, si prega di avvalersi dei seguenti contatti: cali.carmelo@gmail.com – dilettieriletti@yahoo.it
Qualora voleste partecipare, io lo farei solo per ottenere la mitica maglietta di #nonosonosole perché fa molto “IN” dire ad uno che ambisce al premio Campiello “Ah, no in quelle manifestazioni non ci vado, sai io ho vinto “NonSonoSole”!”, questi sono i riferimenti. Se avete domande in merito non avete che da chiedere!

Poi non dite che non vi avevo avvertito per tempo eh! Quindi non perdete tempo e cercate nelle vostre librerie le sòle da farci conoscere!
Buone letture e buone sòle,
Simona Scravaglieri

#NonSonoSòle o si? Cronaca di una giornata romana diversamente culturale…

Fonte: Nonsonosole

L’invito a portare le proprie sòle librarie in libreria, slogan alquanto strano, alla fine ha sortito tutti i suoi effetti positivi. Un sacco di #librosospeso sono lì ad aspettare alla Libreria Pallotta (Piazzale Ponte Milvio, 21) a Roma, un buon numero di libri sòla e doppioni sono in viaggio per essere donati ad un carcere minorile di Roma, sono stati venduti tanti libri e per la prima volta i lettori (librai, autori, case editrici compresi) hanno detto la loro su quello che circola o che si mette in circolazione l’editoria. Possiamo dire che il successo del format chiacchiere, sòle, dolci e caffè risiede probabilmente nell’atmosfera informale che si è respirata tutto sabato 17 maggio in questa coraggiosa libreria che si è lasciata pacificamente occupare!

Non c’è l’acredine del critico in chi espone la propria sòla, non lo siamo e siamo orgogliosi di non esserlo! Ma è un dato di fatto che, quando quel libro – che tanto ci piaceva- non si rivela il tesoro che speravamo, la delusione cocente viene fuori, specie se arrivi fino in fondo per capire se almeno un capitolo, una pagina o anche un misero gruppo di frasi si può salvare! Quello che viene fuori dalla giornata di confronti è proprio questo: molte più fregature di quanto si pensi si portano a conclusione con questa speranza e, quindi, chi cassa il libro di solito lo fa a ragion veduta e si ricorda pezzo per pezzo e addirittura parola per parola, quello che non va. Cosa non ci piace? Il best seller che solitamente non lo è mai, le classifiche che non sono sinonimo di qualità, 50 sfumature di tutti i colori (ma c’erano dubbi?!). Come al solito, in un circolo di persone che leggono per i motivi più disparati (blog, hobby, lavoro etc), il punto non è “è bello” o “é brutto” ma si concentra su quelle che sono le “caratteristiche” di uno stile narrativo e, sorpresa per qualcuno ma non per noi, i lettori sono molto più acuti di quel che si possa pensare. C’è chi apprezza la staticità rappresentata in Stoner e chi, una lettrice sconclusionata a caso, continua a promuoverne solo 13 pagine; anche Easton Ellis è oggetto di bocciatura, ma non sono stata io – anche se in questo blog ci sono due suoi lavori stroncati! Meno di zero e Imperial Bedrooms -. Il punto rimane  concentrato sul modo che si sceglie per rappresentare una storia. Entrare o no nella natura del personaggio o limitarsi a descriverla per quello che sembrerebbe da fuori. Per Stoner, a quanto pare, vince la prima linea del non coinvolgimento, per Easton Ellis la seconda. A quel punto forse entra in azione anche quello che si racconta!

A questo si aggiunga che anche l’intervento di autori, editori e librai da frutti inaspettati. Per i lettori e in veste da critici di se stessi, sfilano sorridendo e un po’ in ansia con in mano i propri libri cercando di convincere la gente a non comprarli. E se Francesco Balletta, non concorda con me sulla fascetta, scopriamo che una delle cose che ci consiglia è “Non comprate il mio libro (Morto a 3/4,  De Agostini BookMe, 2014) perché la copertina è brutta” (falso!). Per me, che sono una fanatica dei format con i quali vengono concepiti i libri, quello è un marchio di fabbrica di Domenico Campana e sò già che, il citato Maresciallo, dall’aldilà prenderà i dovuti provvedimenti per punire il suo creatore. Inutile dire libro venduto come anche quello di Roberto Mandracchia Vita, morte e miracoliBaldini&Castoldi Editore che, dopo l’auto-cassazione divertita del suo autore e dopo le risate fatte mentre ci ha letto un brano del suo libro, è andato finito! Tra gli altri titoli venduti c’è “Chiuso per Kindle” di Massimiliano Timpano (presente fisicamente) e Pier Francesco Leofreddi (solo moralmente:D) e Alessandro Aquilino con il suo “C’è mancato poco che non succedesse mai” (Caosfera Edizioni) e per il gruppo da copertina degli autori di Gorilla Sapiens Edizioni, Marco Parlato e Carlo Sperduti che, in due, parlavano anche per Alessandro Sesto e Davide Predosin che hanno presentato le autocassazioni di “Tiroide”, “Moby Dick e altri racconti” “Un tebbirile intachesimo e altri rattonchi” (il giorno in cui imparerò a pronunciarlo sarò nominata presidente della Repubblica sappiatelo!)  “Alcuni stupefacenti casi tra cui un gufo rotto”. Tutti premiati questi coraggiosi autori. E a questo possiamo aggiungere anche che qualche libro fra quelli presentato dai blogger è stato preso in considerazione o regalato.

La cosa più strabiliante? Nessuno sguardo annoiato e nessuno si è sentito fuori posto. Nonostante, meraviglia, si sia passata un’intera giornata parlare di libri circondati dai libri, nessuno ha ceduto il passo alla stanchezza o alla noia. Tutti attenti per poter dire la propria, tutti desiderosi di sapere le manie del lettore. Molte tristi storie sono venute fuori dai racconti dei malcapitati tra cui la più ricorrente è che se non vuoi più intrattenere rapporti di amicizia con una persona c’è un’unica soluzione: regalagli una sòla!
Ma attenzione il rapporto di coppia si nutre di condivisione se lui legge una sola, tu che lo ami devi fare altrettanto. Non è necessario sia la stessa, ma è importante farlo per calarsi nella parte della o del partner che ti capisce e ti comprende. E stupite, i librai sono i lettori più agguerriti che ci siano! Si quelli che trovate nelle librerie indipendenti sanno farlo e Massimiliano Timpano ce lo ha dimostrato non solo con il suo libro ma anche con una completa presentazione dell’opera di Collodi, Pinocchio!

Si ripeterà? Certamente! Quando con DilettieRiletti e Pino Sabatelli, in un uggioso pomeriggio discorrevamo sulla fine da far fare alle sòle librarie, sapevamo di non essere soli! E infatti, a nutrita rappresentanza della categoria “blogger” che vogliono insanamente appellarsi all’etica del “dico quel che penso” anche @librangoloacuto, @barduffula e da remoto @exlibris2012, @vale89 @Ale9ssandra hanno raccolto la sfida e hanno rappresentato o inviato i loro sconsigli! Così come hanno fatto da remoto anche @lavieriedizioni,@sergio_nazzaro, @giuliopasserini, @baldini&castoldi, @neoedizioni che hanno creduto in questo progetto alquanto bislacco e hanno partecipato mandando dei sconsigli veramente divertenti, anche attraverso l’account twitter di @casalettori che ha commentato in livetweetting tutta la giornata.

E’ stata una maniera brillante di passare una giornata insieme con persone che non si conoscono e che magri nemmeno leggono ma che, attirate dalle risate e dal profumo dei dolci, si sono spinte fin dentro la libreria, hanno ascoltato, si sono sedute e sono anche intervenute rappresentando il loro pensiero. Non riproporlo allora, sarebbe un vero peccato. Dopotutto un libro non è solo l’editore che lo pubblica e l’autore che lo scrive, ma, in buona parte, è il messaggio recepito dal lettore, su cui il compianto Cesare Segre insisteva molto (Avviamento all’analisi del testo letterario”, Einaudi, 1999), che è vitale. Leggiamo con le nostre esperienze e con la perizia con cui ricostruiamo il pensiero dell’autore decretiamo il successo della sua arte o no. Dovremmo essere i primi a voler aver parte a questo mistero giornalmente e, invece, è cosa che spesso dimentichiamo!

Infine, ma non ultima per importanza, la giornata ha avuto una premiata per costanza e partecipazione. Un titolo appena uscito di Editrice Bibliografica  della giovane e già brava Claudia Consoli (@claconsoli) che è stato attribuito a Maria (@mariadicuonzo1) che è stata attivissima e che è riuscita ad istituire una nuova categoria tra i libri scambio: dopo #scambiolibri #librisòla #librosospeso #dopponi abbiamo, grazie a lei, inaugurato la categoria #presomanonloleggerò che, per la sottoscritta, compulsiva da copertina da titoli, colori, temi accennati – e qualsiasi scusa vi venga in mente mettetecela!- , è la nemesi pura.

Infine un ringraziamento tutto personale va al Professor Gino Roncaglia che non solo è passato portando una vagonata di libri ma si è fermato ad ascoltare i nostri deliri. Speriamo di riaverlo prossimamente, se io sono qui e vi torturo in parte è merito suo! E’ con i suoi libri che ho cominciato ad interessarmi di internet in maniera seria e si può dire che con i suoi libri sono diventata anche più consapevole di cosa significa un semplice click! Oggi è un appassionato studioso delle evoluzioni della letteratura digitale e vi assicuro che è sempre interessante leggerlo. Prometto che vi recensirò l’ultimo suo libro che ho comprato!

Infine è stata istituita una raccolta fondi per le cure psicanalitiche per i librai della Libreria Pallotta, dopo questa intensa giornata di lavoro avranno difficoltà a riprendersi. Se vi trovate da quelle parti andate a fare un giro nella bella libreria caffè&tabacchi (fanno un caffè da urlo!) se volete vederli sbiancare basta dire la parolina magica “Nonsonosole”! Tremiti, sguardi circospetti assicurati 😀

Buone letture, miei scovatori di sòle, e ricordate che da oggi trovarle non è più un difetto ma un’opportunità. Potete seguire le programmazioni delle giornate dalla pagina fan di Nonsonosòle.

Simona Scravaglieri


P.s: prometto che da domani, il blog riprenderà le sue consuete programmazioni, ma è stata una cosa talmente bella che non potevo evitare di relazionarvi!
  

Alcune delle sòle avanzate
Fonte: Nonsonosole



Cosa succede in città questa settimana…

Fonte: Valentina Paoli
Mi segnalano spesso eventi e appuntamenti e io di solito li giro sulla mia pagina perché chi mi legga possa averne notizia. Non so quanto riuscirò ad essere puntale con questo appuntamento ma proverò comunque a portarlo avanti periodicamente. Quindi partiamo e dove ci sono vi inserisco anche i link per visualizzare i riferimenti:

Eventi in rete:

10.6.2013 Parte #scritturecorsare #corsari é il nuovo progetto di riscrittura collettiva della Fondazione Cesare Pavese Il testo scelto è Scritti Corsari di Pier Paolo Pasolini che raccoglie gli articoli scritti per il Corriere della sera dal 1973 al 1975. E’ stato comunicato al Salone del Libro di Torino. Per informazioni: Twitteratura



11.6.2013 Parte #letturecondivise #donodunquesiamo , a questo ci tengo particolarmente perchè è un piccolo miniprogetto nato in collaborazione con una cara amica Elena Tamborrino alias @Exlibris_2012 proprietaria del blog  Exlibris. Appunti di una lettrice disordinata. In sostanza si legge insieme un libro, in questo caso è Dono dunque siamo. Otto buone ragioni per credere in società più equa, AA.VV (appena uscito in formato ebook a 7,59€ ). Si parte tutti insieme su twitter utilizzando i due hastag e si postano le parti che più ci piacciono o con cui non siamo d’accordo e se ne discute. Non ci sono obblighi di tempo, ognuno posta quando può e l’hastag del titolo rimane utilizzato finché l’ultimo lettore non conclude la lettura.




Eventi in città:

11.06.2013 Mestre. Ferdinando Imposimato incontra i lettori presso la Libreria del centro di Mestre alle ore 16.00 per la presentazione del suo libro “I 55 giorni che hanno cambiato l’Italia” (Ferdinando Imposimato, ed 2013, Newton Compton Editore prezzo 7,90€ sia il libro che l’ebook) la descrizione dell’evento la trovate qui : Libreria del centro di Mestre 


12.06.2012 Roma. Ore 21.00 Jennifer Egan, premio Pulitzer e pubblicata in Italia da Minimum Fax è al Festival Internazionale della Basilica di Massenzio. Le informazioni su come poter prendere parte all’evento si trovano sul sito della casa editrice qui: Minimum Fax


12.03.2013 Roma Ore 19.30 Libreria Minimum Fax. Questo è un audiolibro edito da Emons Audiolibri e letto da Marco Baliani. La descrizione dell’evento cita:
Il richiamo della foresta” di Jack London nella traduzione d’autore di Celati. Legge: Marco Baliani Dopo aver già letto “In viaggio con Erodoto di Kapuscinski” e “Il Giardino dei Finzi-Contini” di Bassani, Marco Baliani, uno dei massimi esponenti del teatro di narrazione, presta la sua interpretazione a un grande classico della letteratura per ragazzi, irrinunciabile per ogni adulto: Il richiamo della foresta di Jack London. Le indimenticabili pagine di Jack London sono lette nella traduzione d’autore di Gianni Celati.
Per informazionie aggiornamenti sulla pagine facebook dell’evento: Lettura “Il richiamo della foresta”



13.06.2013 Firenze. Ore 18.00 sempre Jennifer Egan sarà ospite a Palazzo Strozzi. La descrizione: finalista con “Guardami” al Premio Gregor von Rezzori – Città di Firenze per la migliore opera di narrativa straniera tradotta in Italia, conversa con Michael Cunningham in un incontro moderato da Elena Stancanelli. Ingresso libero. Informazioni e aggiornamenti dall’invito su facebook: Minimum Fax

13.06.2013 Colleferro (RM). Ore 18.00 Aula Consiliare del Palazzo Comunale, Piazza Italia 1.
Viene presentato il libro “La nostra guerra non è mai finita” di Giovanni Tizian (Mondadori Editore, ed 2013, collana “Le strade blu” prezzo 17,00€).
Interviene Gianluca Di Feo, Caporedattore de L’Espresso e l’incontro è organizzato dall’Associazione Culturale Gruppo Logos. Giovanni Tizian, che sarà presente all’incontro, è giornalista, attualmente sotto scorta, de L’Espresso e racconta la sua vita colpita dalle scure della ‘ndrangheta. Da Bovalino a Modena. Un viaggio nella memoria e nei percorsi della ricerca di giustizia per l’omicidio del padre Giuseppe Tizian, ucciso dalla mafia il 23 ottobre del 1989 mentre tornava a casa da lavoro.   
Informazioni e aggiornamenti dall’invito su facebook: Associazione Gruppo Logos


13.06.2013  Ore 21.00 Roma. Bookparty al Circolo degli artisti di Roma con Giulio Perrone Editore per la presentazione dell’antologia “Ma l’amore no“, raccolta di racconti dei ragazzi che hanno partecipato al progetto “Facciamo un libro” in collaborazione con la Fondazione Bellonci.
Informazioni e aggiornamenti dall’invito su facebook: Progetto facciamo un libro

14.06.2013 Ore 18.00 Firenze. Jennifer Egan al Salone del Cinquecento – Palazzo Vecchio, parteciperà alla cerimonia di premiazione della settima edizione del Premio Gregor von Rezzori – Città di Firenze insieme agli altri finalisti Etgar Keret, Atiq Rahimi, Juan Gabriel Vásquez, Jeanette Winterson. Ingresso libero. Informazioni e aggiornamenti dall’invito su facebook: Minimum Fax

14.06.2013 Roma. Ore 21.00 Lepre Edizioni invita amici e lettori al suo Book Party estivo in giardino. Presentazione delle novità editoriali “Il giorno rubato” di Marco De Franchi e “Pecunia olet?” di Michael Perth.
Informazioni e aggiornamenti dall’invito su Facebook: Lepre Edizioni

Il problema di garantire questa rubrica di news è dato sia dall’elenco di inviti, a volte tanti e a volte pochissimi, che mi arrivano (che non sempre riguardano quest’argomento!) e dal lavoro che c’è dietro per verificare che cosa si presenta, giusto per non mandare nessuno alla ventura. 
Buone letture e buoni incontri,
Simona Scravaglieri

Umberto Galimberti, Enzo Bianchi, "Il nostro bisogno di verità", Bari, 20 Aprile 2012 – "La repubblica delle Idee"

Siamo a Bari ad Aprile 2013 e la manifestazione si chiama “La Repubblica delle Idee”.
Ospiti Galimberti, un filosofo, e Bianchi un priore.Il tema “Il nostro bisogno di verità” parte da un intervento della mattina di Veronesi ovvero dalla morte. Questa è l’occasione pe riflettere sul significato delle parole e delle rappresentazioni cristiane e anche di dare un senso, o una verità, a componenti della vita come è anche la morte. Galimberti cita Nietzsche “la migliore invenzione del cristianesimo è dire che non si muore mai” e prosegue dicendo che chi è cristiano vive nella speranza della vita futura ma conclude la prima parte del suo intervento è perentoria: lo stesso Nietzsche, non dimentichiamoci ha detto “Dio è morto”.
Il discorso, piano piano prenderà una piega diversa come succede in tutte le conversazioni che vedono contrapporsi scienza e fede passando per le nuove declinazioni della teologia e altri riferimenti filosofici e letterati.
E’ un incontro molto interessante, su temi che conosciamo e che ci riguardano, chi più e chi meno, che è utile affrontare a mio avviso partendo da sollecitazioni inusuali.

Spero che vi piaccia come è piaciuto a me,
buona domenica e buona visione,
Simona Scravaglieri

I libri citati in questo video:

Cristianesimo
La religione del cielo vuoto
Umberto Galimberti
Feltrinelli Editore, ed. 2012
Collana “Serie bianca”
Prezzo 18,00€
Una lotta per la vita
Conoscere e combattere i vizi capitali
Enzo Bianchi
San Paolo Edizioni, ed 2012
Collana “Biblioteca Universale Cristiana”
Prezzo 7,00€
Fede e fiducia
Enzo Bianchi
Einaudi Editore, ed 2013
Collana “Vele”
Prezzo 10,00€

4° Edizione della "Festa della Filosofia", dal 4 Maggio al 30 Giugno 2013

Fonte: AlboVersorio

Dal 4 maggio fino a fine Giugno, nei comuni di Bollate, Casorate Sempione, Cesate, Garbagnate Milanese, Senago, Sabbioneta, Saronno e Rho, andrà in scena la 4° edizione della “Festa della filosofia”. Evento che ogni anno conferma che, questo genere di incontri, hanno dietro un gruppo organizzativo collaudato e vincente. Ve lo segnalo con piacere non solo perché è una di quelle occasioni in cui non si va per farsi fare un autografo o sentire un autore che parla di sè stesso, ma sono momenti di confronto importanti che aprono la mente e ci permettono di interessarci ad argomenti che magari non abbiamo mai affrontato come un discorso serio e ponderato. Quindi, come è successo per i video che ho postato nelle domeniche di Febbraio e Marzo e come avverrà per un po’, trovo giusto segnalare questi incontri perché chi abbia voglia di rimettere in discussione le proprie visioni o di farsi solo un’idea, possa vagliare e scegliere di partecipare a qualche evento che vede un sacco di nomi, anche molto conosciuti, tra i quali spiccano Carlo Sini e Philippe Daverio, che mettono a disposizione le proprie conoscenze e visioni. 

Dai comunicati stampa si legge che: “Pensare il pianeta è il filo conduttore della kermesse per il 2013, che si ispira al tema proposto da Expo Milano 2015: Nutrire il Pianeta, energia per la vita, sulla linea dello scorso anno con un festival ispirato a Pensare il cibo e come sarà per il futuro con Pensare l’energia (2014) e Pensare la vita (2015).” E, cosa ancor più importane è una serie di eventi paralleli saranno dedicati ai “giovani a partire dagli interventi nelle scuole, sia alle elementari con La favola filosofica, sia nei licei. A questa iniziativa si aggiungono una tavola rotonda a cui parteciperanno alcuni studenti dell’Università dell’Insubria, che hanno seguito il seminario sul Timeo di Platone in preparazione al festival e Aspettando il festival ovvero presentazioni di libri da parte di giovani ricercatori prima delle conferenze dei filosofi” mi fanno pensare che l’arricchimento di questo evento che durerà due mesi sia gestito con criterio lasciando a tutti coloro che interverranno spazi e tempi adeguati. E in questo periodo visto come spopolano le formule talk-show, che non fanno parlare nessuno se non chi fa le domande, è veramente una fortuna! 

Tra gli eventi che troverete segnalati anche dal sito dell’Associazione e Casa Editrice Alboversiorio – di cui vi consiglio di dare un’occhiata anche al fornito catalogo che riporta dei titoli molto interessanti- io vi segalo quelli che vorrei e spero veramente di riuscire a vedere (almeno un paio!) per la gioia di Italo/Trenitalia (per darvi uno spunto ho riportato il programma della giornata e non il singolo evento).

Pertanto, vi invito, qualora vi trovaste nei paraggi  dal 4 maggio in poi, a fare una serata alternativa che sono certa vi regalerà nuovi punti di vista o conferme maggiori riguardo le vostre posizioni in merito ai vari argomenti proposti. Tutto sta a mettersi in discussione.
Buone letture e buona domenica,
vi inserisco in calce l’elenco degli eventi.
Simona Scravaglieri

Venerdì 24 Maggio, Casorate Sempione (Sala Consiliare, Via De Amicis 3) h 20.30 – Aspettando il festival: Azzurra Smolari presenta la rivista 15Quindici h 21.00 – Paolo Bellini – LA POLITICA NELL’ERA DELLA GLOBALIZZAZIONE – Filosofia e politica 

Domenica 26 Maggio, Bollate (Biblioteca Comunale, Via Piave 5) h 17.30 – Aspettando il festival: Diego Fusaro presenta la collana di Perle di saggezza h 18.00 – Giuseppe Girgenti – IL COSMO DALL’ANTICHITA’ A OGGI – Filosofia e storia 

Domenica 2 Giugno, Saronno (Villa Gianetti, Via Roma 20) h 17.30 – Aspettando il festival: Alfredo Gatto presenta il libro Le verità della natura h 18.00 – Massimo Donà – MONDO E NATURA – Filosofia e scienza Lezioni di filosofia  

(sala del Bovindo di Villa Gianetti, via Roma 20, Saronno, ore 21:00) 

– Mario Lizzero, “Velocità, fugacità e cambiamento: il tempo della Medusa”, giovedì 23 maggio – Pierangelo Pedersini e Giuseppe Uboldi, “L’idea di polis e dell’agire politico in Aristotele e Hannah Arendt”, martedì 28 maggio – Giovanni Prisinzano ed Erasmo Silvio Storace, “Il concetto di mondo in Kant e Heidegger”, giovedì 30 maggio Lettura per bambini  

(Sala Nevera di Casa Morandi, viale Santuario 2)  

– Viviana Nicodemo legge la fiaba per bambini (6-11 anni) di Daniela Marinaro: Giacomo Liopardo nella caverna di Platone, 18 maggio, ore 16.00 

Domenica 9 Giugno, Garbagnate Milanese (Corte Valenti, Via Monza 12) – h 18.00 IL PIANETA IMMAGINATO – Filosofia e arte Philippe Daverio con Massimo Donà h 19.30 Concerto di percussioni e strumenti naturali, a cura del maestro Giacomo Tringali 

Domenica 23 Giugno, Senago (Villa Monzini, Biblioteca Comunale, Via Don Rocca 19) h 17.30 – Aspettando il festival: Federico Nicolaci e Francesco Valagussa presentano il libro Tradursi in Heidegger h 18.00 – Massimo Marassi con Mattia Pozzi – IL CONCETTO FILOSOFICO DI MONDO – Filosofia e metafisica 

Domenica 30 Giugno, Senago (Villa Monzini, Biblioteca Comunale, Via Don Rocca 19) h 17.30 – Aspettando il festival: Lorena Tropea ed Elisa Virgili presentano il libro L’eterno ritorno dell’estetica h 18.00 – Edoardo Boncinelli e Giulio Giorello – IL MONDO DELLA SCIENZA – Filosofia ed epistemologi



Festival della Felicità 2012 – "Resistere non serve a niente", Walter Siti

Fonte: Fondazione Bellonci



Non vi stupirò dicendovi che questa settimana è uscito il gruppo dei “presentati” alla candidatura al Premio Strega 2013. Sono 26 La lista la trovate qui: Formiche.net) in tutto e riuniscono anime fra loro molto differenti che, come leggevo su un blog si una amica di Twitter @Paginestrappate, dovrebbero avere in comune temi riguardanti il disagio sociale e personale. Le ne ha già recensito uno ed è “Cate, io” di Matteo Cellini che trovate qui: lePagineStrappate.
Io invece ho cominciato ad occhieggiare Busi, al quale sono ancora grata per quel castone che era “L’amore è una budella gentile“, con il suo “El especialista de Barcelona”. Ma nel frattempo ero incuriosita anche dal libro di Walter Siti che per definizione di molti solitamente si concentra sulla crisi dell’io e nel particolare nella sfera sessuale e questa volta invece con “Resistere non serve a niente” affronta temi strettamente contemporanei di finanza e della malattia del secolo “l’autoaffermazione di se stessi attraverso i soldi e non i valori”. Così ho cercato un po’ in giro e ho trovato un video di quest’estate registrato al “Festival della felicità” per la provincia di Pesaro e Urbino. L’intervento è lungo e interessante, ben articolato. Il problema è che vi posso segnalare solo il link, perchè detta provincia evidentemente non è molto social e non sa che condividendo con i blogger i propri video realizza comunque le sue visualizzazioni.

Quindi chiedo venia e vi invito a guardare il video qui: 
Walter Siti

Troverete un sacco di buoni motivi per leggere questo libro, probabilmente come è successo a me che già l’ho inserito nella lista dei desideri e, non appena avrò finito la lista dei da leggere che stanno aspettando da un po’, lo acquisterò volentieri, e per Busi, dovrete aspettare ancora!
Buona domenica e buone letture,
Simona Scravaglieri

Il libro di cui si parla:

Resistere non serve a nulla
Walter Siti
Rizzoli Editore, ed. 2012
Collana “Scala Italiani”
Prezzo 17,00€

Claudio Magris – Qual è il vero tema di un libro?

“Cosa sta scrivendo?” ed lo descrive come “sempre un momento imbarazzante” perché molto spesso non si sa bene che cosa si vuole veramente scrivere“. Siamo nel Settembre 2012 e siamo a PordenoneLegge e il tema di questa serata di discussione è “Qual è il vero tema di un libro”. La questione della costruzione di un libro è anche un tema appassionante anche se non si vuole essere scrittori; questo perché come dice Magris, non si ha, già dall’inizio l’immagine definitiva del “tema del libro”, se ne conosce la trama o i personaggi o le situazioni. Ma quello che diventa il tema principale è un di cui che viene fuori alla fine della scrittura e a volta può essere un tema inaspettato anche per lo scrittore.
L’unico caso che invece toglie l’imbarazzo della risposta al tema principale è quando si scrive un saggio. Nel saggio (“un’opera assolutamente creativa che procede saggiando” e poi “il saggio è il tentativo di dire quell’indicibile che  sta dietro le immagini”) si deve aver ben presente di cosa si vuole parlare. E poco più avanti dice una cosa che succede anche a me, facendo riferimento ad un articolo, che spesso il tema trainante arriva solo ad articolo finito e, probabilmente nonostante questa lezione abbia come soggetto il libro, dovrebbe far riflettere chi legge per il piacere di leggere.
Scrivere perché un libro ci è piaciuto o no, per altri o solo per noi stessi ci permette di elaborare il tema di ciò che abbiamo letto.
Una discussione piacevole e come al solito “illuminata” che spero piacerà a voi quanto è piaciuta a me!
Buona domenica e buone letture,
Simona Scravaglieri

P.s. azzerate il video e ripartite dal minuto o:00 il video, malgrado lo abbia reinserito più volte, a me, parte sempre al decimo minuto. I misteri del tubo!

Libro principalmente citato:

Il mito asburgico nella letteratura austriaca moderna.
Claudio Magris
Einaudi Editore, Ristampa 2009
Collana “Piccola biblioteca Einaudi. Nuova edizione”
Prezzo 20,00€